Genesi di un’opera: una “Via Crucis” per S.Maurizio

All’inizio della Quaresima una Via Crucis troverà spazio nella nostra chiesa Cardinal Ferrari.

La proposta è venuta dalla Parrocchia, chiedendone a lucia Signoracci la realizzazione.

Provate per un attimo a chiudere gli occhi ed immaginare quel momento. Una serie di impressioni e domande vengono alla mente: come è stata realizzata, quale idea è stata messa “in vetro”?

L’obiettivo che ci siamo proposti è quello di dare risposte a queste domande, ma in realtà è ancora più ambizioso: seguire la creazione di quest’opera, vederne il progredire, fino ad arrivare a quel giorno, essendo virtualmente partecipi dei suoi progressi.

Pubblicheremo quindi sul sito alcuni frammenti di questa storia, senza svelare troppo, ma sufficienti per intuire come procede questo percorso. Un mosaico incompleto ma dal quale si può intuire il tutto. Una tessera ogni settimana.

29 gennaio 2023

Il taglio del vetro

Siamo ad una delle fasi cruciali del lavoro: il taglio del vetro.
La sagoma di cartone che abbiamo visto all’inizio, diventa la dima per il taglio.
La precisione in questa fase non è una pura attività tecnica: per un taglio perfetto, oltre alle mani e ai polsi tutto il corpo danza attorno al vetro.
Dopo l’incisione una serie di colpetti ben assestati sulla parte esterna aiutano il distacco.
Quando il suono cambia, la separazione è imminente.
Prima del taglio tutte le sagome di cartone vengono disposte sulle lastre di vetro per utilizzare al meglio il materiale (e non rischiare che ne manchi per gli ultimi pezzi).
Per i vetri con venature anche l’orientamento è importante per avere il risultato immaginato.

22 gennaio 2023

Studio di anatomia

Questa settimana l’attenzione è rivolta ad una delle fasi importanti per passare dall’idea alla realizzazione:
lo studio anatomico.
 
Daniele Poli, studente all’Accademia di Brera, cura questo aspetto. La proporzione tra le parti, la coerenza anatomica ed una successiva esecuzione di questi aspetti dei cartoni sono il suo compito.
 
Il successivo taglio del cartone (descritto la settimana scorsa) fornisce le dime per il taglio del vetro, fase che vedremo la prossima volta.
Il passaggio dai bozzetti ai cartoni e alle veline in grandezza naturale
Daniele ancora alla rifinitura

15 gennaio 2023

Cartoni: un ponte tra bozzetti e taglio del vetro

Questa settimana vediamo il primo dei “frammenti”. La nostra storia infatti non procederà con un cammino lineare, seguendo in ordine le fasi, ma con salti di tempo e di spazio. Come le tessere del mosaico che, prima di assumere la forma voluta, sono sparse sul tavolo in attesa di una collocazione.
 
 
Oggi vediamo alcuni dei cartoni.
 
Il cartone (in grandezza naturale) è al centro della fase esecutiva, è un ponte tra i bozzetti (più piccoli) e il taglio del vetro. E’ la sagoma che guida il successivo taglio del vetro. Dal cartone vengono tagliate tutte le parti che andranno a formare l’insieme.
 
Per ogni stazione viene realizzato il relativo cartone
Ogni pezzo va tagliato avendo cura che tra di loro rimanga un piccolo spazio dove sarà inserito il rame che poi legherà il tutto.
Mentre il taglierino passa, il ricciolo si alza, testimone del solco lasciato.
Dettaglio del taglio.